Pullman per gli studenti poco sicuri, la Polstrada «ferma» otto autobus

Gli agenti hanno chiesto la revoca dell’autorizzazione a una ditta: irregolarità per estintori e pneumatici

SIRACUSA. Guidavano i pullman per accompagnare negli istituti scolastici della città gli studenti pendolari provenienti dagli altri Comuni della provincia. Solo che 8 bus non erano affatto sicuri, in quanto non avevano un sistema frenante affidabile mentre i pneumatici erano abbastanza usurati. Sono stati gli agenti della Polizia stradale a compiere le verifiche al termine delle quali i mezzi, appartenenti a cinque imprese di trasporto della città, sono stati fermati. In un caso, si è scoperto che il conducente non aveva riposato abbastanza, superando le 9 ore consentite dalla legge. Non solo, perchè lo stesso autista avrebbe guidato per 4 ore di fila senza fare alcuna interruzione. «L'inosservanza - spiega il comandante provinciale della Polizia stradale, Antonio Capodicasa - di queste ultime norme comporta un notevole rischio per i passeggeri trasportati, la cui incolumità dipende anche dalla lucidità alla guida dell'autista».
I controlli sono stati compiuti quando i bus erano vuoti, mentre stavano percorrendo il tratto della «Siracusa-Catania» all’altezza dello svincolo per Belvedere. Oltre ai freni ed alle gomme, gli inquirenti hanno riscontrato altre irregolarità, tra cui estintori scaduti o scarichi, mancanza di martelletti per infrangere i vetri in caso di necessità, mentre un mezzo non aveva superato la revisione. «La scrupolosa attività di controllo messa in atto dalla Polizia stradale consentirà, nell'immediato futuro, un più severo rispetto - dice il comandante Antonio Capodicasa - delle regole sia da parte dei conducenti, sia da parte delle società proprietarie degli autobus, aumentando notevolmente la sicurezza e l'incolumità dei passeggeri trasportati. Inoltre, i numerosi controlli effettuati ed i relativi accertamenti in atto, consentiranno - dice ancora il comandante provinciale della Polizia stradale, Antonio Capodicasa - di provvedere alla revoca di ulteriori licenze, contribuendo così ad una più leale concorrenza tra le società interessate, con ovvi vantaggi per l'utenza». Sono stati compiuti degli accertamenti, insieme all’Ispettorato del lavoro, per verificare la posizione contrattuale dei conducenti, mentre i controlli sui pullman sono stati effettuati dagli ispettori del Centro mobile di revisione di Catania, guidati da Gianfranco Russo.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook