Giunta di Pachino, ecco le deleghe dei 4 assessori. Bilancio a Poidomani e sport a Russo

Salta la presentazione ufficiale dell’esecutivo per problemi di incomprensione. A Terzo assegnata l’Urbanistica

PACHINO. Fatta la nuova giunta, Paolo Bonaiuto ha sciolto le riserve anche sulle deleghe da assegnare ai suoi quattro componenti dell'esecutivo municipale. Il consigliere comunale Giuseppe Poidomani, oltre ad avere ottenute le deleghe di vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici, guiderà Polizia municipale, Demanio, Edilizia scolastica, Cimitero, Bilancio, Ecologia e Territorio ed Ambiente. All'altro consigliere, Davide Terzo, il sindaco ha affidato, oltre ad Urbanistica, Viabilità, Arredo urbano, Protezione civile, Commercio, Artigianato, Agricoltura, Pesca, Attività produttive e Sviluppo economico. Tony Cirinnà, già assessore ai Servizi sociali, gestirà anche le rubriche che concernono le Politiche giovanili, Personale, Sanità e Tributi. Per l'ultima nominata nella giunta, la quota rosa Rosanna Russo, il primo cittadino ha pensato a Sport, Spettacolo, Turismo, Verde pubblico, Beni culturali, Pari opportunità, Impianti sportivi e Pubblica istruzione.
Così, con il provvedimento dell'assegnazione di tutte le deleghe alla sua nuova squadra, il sindaco ha completato il processo di assestamento della sua maggioranza, dopo l'azzeramento della giunta che aveva provocato un terremoto tra le forze politiche che lo sostengono. Ma tutto non va come dovrebbe andare. Ieri mattina, infatti, nel momento in cui avrebbe dovuto essere presentata agli organi di informazione la giunta al completo, non c'erano i giornalisti ma si palpava una tensione non indifferente. Problemi di organizzazione e anche di incomprensione per la «gaffe» che non ha consentito la presentazione ufficiale dei nuovi quattro assessori. Di organizzazione perché nessuno ha invitato i giornalisti, di incomprensione perché, pare, che già di incomprensione politica si parla, in seno alla nuova maggioranza di Bonaiuto. Nonostante l'azzeramento ed il rinnovo dei volti e degli animi, c'è qualcosa che «cova» in seno alle forze politiche che sono già in maggioranza o che sono alla porta e stanno per varcare la soglia del palazzo municipale di via XXV luglio. Boatos vogliono che ci sono consiglieri come Salvatore Maccarrone e Salvatore Giannone che mai ufficialmente hanno preso le distanze dalla maggioranza e «danzano» nell'aula consiliare di via Rubera per sperare di attirare l'attenzione del primo cittadino. Oppure, altri consiglieri, Salvatore Gibilisco e Patrizia Tossani, che nonostante il loro sostegno all'amministrazione dichiarato nell'ultima seduta consiliare, sarebbero pronti a disseppellire l'ascia di guerra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X