Telecom, chiude il call center Trasferimento per i 22 addetti

Nell’accordo nazionale «tagliata» la sede di via Marabitti a partire da luglio
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Chiusura del call center Telecom di via Ignazio Marabitti a partire da luglio. I ventidue addetti potranno scegliere se optare per il trasferimento alla sede di Catania o proseguire l'attività attraverso il telelavoro. È quanto inserito nell'accordo nazionale siglato tra l'azienda e le segreterie della Slc, il sindacato dei lavoratori della cominicazione della Cgil, insieme a Fistel e Uilcom, al termine dell'incontro svolto mercoledì scorso a Roma. Per la sede siracusana, che rientrava tra i quarantasette uffici periferici in tutta Italia destinati alla soppressione con il nuovo piano industriale, è stata ufficializzata così la dismissione del call center, bocciando anche la richiesta presentata dai sindacati di utilizzare la sede di via Mascalucia. «Una scelta obbligata - ha spiegato il segretario provinciale della Slc, Salvatore Amara - a fronte della richiesta di esuberi che era stata prospettata dall'azienda. La chiusura del call center è prevista dall'1 luglio. Gli addetti dovranno scegliere tra il trasferimento nel call center operativo a Catania e continuare a svolgere il proprio lavoro da casa, mediante il telelavoro. È stato previsto inoltre il ricorso ai contratti di solidarietà per una durata di diciassette giorni a partire da quest'anno, l'eliminazione dei buoni-pasto ed il ricorso ad interventi di manutenzione sulla rete affidata al personale interno e non più a quello proveniente da ditte esterne». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X