Augusta, verifiche negli edifici del «Todaro»: i tre plessi restano chiusi fino a lunedì

Ordinanza per permettere i rilievi nelle strutture, lo scorso novembre il primo sopralluogo per i distacchi di intonaco
Siracusa, Archivio

AUGUSTA. Niente scuola, da oggi e fino a lunedì prossimo, per i circa 900 studenti del terzo istituto comprensivo «Todaro» della Borgata che rimarranno a casa per la chiusura dei tre plessi, quello centrale di via Gramsci e gli altri due di via delle Saline e del Polivalente. Si tratta di una disposizione temporanea del commissario straordinario del Comune, Antonino La Mattina, che ha firmato un’ordinanza che prevede, appunto, in via precauzionale la sospensione delle lezioni per tre giorni per consentire di effettuare i rilievi necessari alle strutture che sarebbero carenti da più punti di vista. E che presenterebbero delle problematiche sia dal punto di vista strutturale che igienico-sanitario. Risale al novembre scorso il primo sopralluogo dei vigili urbani del comando provinciale nel plesso delle Saline, dove erano stati riscontrati distacchi di intonaco e dei rivestimenti dei prospetti esterni dell’edificio, che avevano comportato la chiusura per un giorno del plesso della Borgata proprio per consentire la messa in sicurezza di una delle facciata laterale dell’edificio. Ulteriori sopralluoghi dell’Asp di Siracusa erano stati effettuati, qualche settimana dopo, in tutti e tre i plessi evidenziando inconvenienti igienico-sanitari e un terzo sopralluogo erano stato effettuato lo scorso 20 febbraio dai pompieri di Siracusa, che avevano sollevato il problema dell’infiltrazione d’acqua piovana nei solai di alcune aule e nelle pareti del piano scantinato, richiedendo una verifica globale dell’intera struttura dell’edificio. In quell’occasione la dirigente dell’istituto aveva richiesto la nomina di un tecnico professionista per valutare le condizioni generali della struttura, e proprio a questo serviranno i tre giorni di chiusura, per effettuare cioè i necessari rilievi e procedere con gli interventi necessari a garantire una sereno e normale svolgimento delle lezioni. Tra i tre plessi l’unico a non essere stato interessato, negli ultimi due anni, da lavori straordinari di manutenzione è quello delle Saline che è, però, rientrato nei finanziamenti dei fondi Pon-Fesr per il 2012 per interventi per il risparmio energetico, per garantire la sicurezza degli edifici, con la messa a norma degli impianti e per garantire l’accessibilità a tutti con l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il finanziamento ammonta a 350 mila euro, la stessa somma è stata destinata al plesso centrale della “Todaro” di via Gramsci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X