Sortino, smaltimento rifiuti: verbali "salati" contro l’inciviltà

Inviata alla Provincia una relazione tecnica sull’abbandono di materiale pericoloso in eternit lungo le strade
Siracusa, Archivio

SORTINO. Quattro contravvenzioni per un totale di 2.400 euro per l’abbandono di rifiuti sul territorio comunale di Sortino e soprattutto nella strada che porta a Pantalica. Giro di vite avviato dall’amministrazione comunale con il comando dei vigili urbani e gli operatori della società che si occupa della raccolta dei rifiuti che hanno trovato sacchi di immondizia abbandonati in zone dove i trasgressori pensavano di agire indisturbati. E invece, aprendo i sacchetti dell’immondizia e identificando i trasgressori sono stati elevati quattro verbali da 600 euro l’uno.

L’obiettivo, come conferma l’assessore comunale all’Ecologia, Vincenzo Parlato, è quello di scoraggiare «atteggiamenti incivili che siano a danno della collettività» e come sottolinea il sindaco Enzo Buccheri, «soprattutto in un territorio come quello di Pantalica e dell’Anapo di grande importanza naturalistica e turistica per il nostro comune. Tolleranza zero anche noi, quindi, contro chi non rispetta le regole sullo smaltimento dei rifiuti». Inoltre è stata inviata alla Provincia una relazione tecnica con fotografie sull’abbandono lungo le strade provinciali di rifiuti in eternit «che sono molto dannose per la pubblica incolumità - afferma Parlato - per questo ne abbiamo sollecitato la rimozione soprattutto in località "Serramenzana" che oltretutto è la strada di accesso a Pantalica e non è sicuramente un decoroso biglietto da visita per i turisti che si accingono alle visite primaverili».

Il Comune ha poi provveduto alla rimozione di alcuni televisori che sono stati abbandonati lungo i muretti di cinta di questa strada, rifiuti che invece potrebbero essere smaltiti gratuitamente con il servizio di raccolta «Raee» alla fine di ogni mese in contrada Lago. «L’aumento dei controlli -aggiunge Parlato - si è reso necessario in quanto i costi per la bonifica delle sedi stradali sono diventati insostenibili e non è corretto scaricarne i costi sull’intera collettività».

Questi controlli rientrano nel più ampio intervento avviato dall’amministrazione di Sortino e finalizzato ad aumentare la raccolta differenziata. In pochi mesi si è arrivati già al venti per cento, grazie al metodo del «porta a porta» avviato nel centro abitato, ma l’obiettivo è quello di poter avviare un intervento simile su tutto il paese, dove attualmente vengono utilizzati i cassonetti. «Stiamo spendendo - osserva Parlato - 6 mila euro in meno di conferimento in discarica con questo metodo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X