La staticità del ponte «Rivellino», verifica con una task force di tecnici

Ieri il sopralluogo congiunto. Lunedì è stata disposta l’interdizione alla circolazione di autobus e mezzi pesanti
Siracusa, Archivio

AUGUSTA. Un sopralluogo congiunto per verificare la staticità strutturale è stato effettuato, ieri mattina, sul ponte del «Rivellino», interessato due domeniche fa dal crollo di una parte del muro più esposto a mare. Ad aver preso atto dello stato della struttura sono stati alcuni tecnici della Protezione civile di Siracusa ed Augusta, del Genio civile, della capitaneria di porto, dell’Autorità portuale, che erano stati invitati dal Commissario straordinario del Comune, Antonio La Mattina, per verificare, appunto, la sicurezza del ponte. I tecnici hanno preso visione e fotografato lo stato dei pilastri del «Rivellino», sui cui eventuali interventi non ci sarebbe però al momento chiarezza sulle competenze. Intanto nell’immediato l’amministrazione sta provvedendo a rimuovere le transenne mobili poste davanti ai vialetti dove si è verificato il crollo, perchè verranno sostituite nei prossimi giorni con strutture fisse. Si dovrebbe precedere anche a sistemare i fili dell’impianto elettrico che sono rimasti coinvolti nel crollo della punta estrema di quello che resta isolotto triangolare che collega l’Isola alla Borgata. E intanto da lunedì il ponte è interdetto alla circolazione di autobus e mezzi pesanti su disposizione dell’ordinanza del Commissario straordinario del Comune, Antonio La Mattina, in vigore fino agli esiti degli accertamenti sull’idoneità statica del ponte. Contestualmente è stato predisposto anche un percorso alternativo per mezzi pesanti e autobus che, in entrata, passeranno da via Lavaggi, lungomare Rossini, cavalcavia di corso Sicilia, bretella di accesso, lungomare Rossini e via Lavaggi e in uscita, anzichè percorrere via della Rotonda, via Megara e via Colombo, transiteranno per via il lungomare Paradiso, via Xifonia, per imboccare il ponte Federico II. Le fermate dei pullman saranno sul lungomare Paradiso prima dell’intersezione con via Eroi di Malta, sul lungomare con via Alabo, via Xifonia con via Roma, via Xifonia con via Colombo. I mezzi, pesanti per raggiungere il centro storico, percorreranno il cavalcavia di corso Sicilia e il ponte Federico II; in uscita percorreranno via Xiphonia, il ponte Federico II e il cavalcavia di corso Sicilia, direzione nord. Anche la Capitaneria di porto ha emanato un’ordinanza firmata dal comandante Raffaele Macauda che vieta, già da qualche giorno, la navigazione o qualunque altra attività connessa con l’uso del mare nello specchio acqueo sottostante il ponte spagnolo di accesso all’Isola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X