Rosolini, aperta la «corsa» al Comune In nove puntano al posto di Savarino

La decisione dell’uscente di non ricandidarsi spalanca la battaglia dei pretendenti: c’è pure l’ex Giuca

ROSOLINI. Tutti “pazzi” per la poltrona di Nino Savarino, che da tempo ha annunciato che non si ricandiderà. Si prospetta una “flotta” di candidati a sindaco per le amministrative del 24 e 25 maggio prossimo a Rosolini. Il numero dei candidati potrebbe arrivare a nove. Il primo a rompere gli indugi è stato l’avvocato amministrativista Pinello Gennaro che, con la lista “Etica”, ha già promosso una serie di incontri tematici per conoscere bene la situazione finanziare dell’Ente ed arrivare preparato all’appuntamento. Gennaro ha riunito attorno a se un bel gruppo di persone con l’obiettivo di “tirare il fuori il Comune dal baratro e dire addio al mercimonio della politica”. A candidarsi ufficialmente è anche l’ex consigliere comunale Pippo Incatasciato con la lista “Piazza Pulita”. Incatasciato ha già ottenuto l’appoggio di due liste civiche, “Aria Nuova” del leader Pippo Guastella, e “L’Idea” del presidente Aurelio Basilico. «Puntiamo – afferma Incatasciato -, ad un Comune per bene per il bene comune». A prepararsi da tempo all’appuntamento elettorale è anche il consigliere provinciale Corrado Calvo. Attorno a lui girano un bel gruppo di consiglieri comunali che hanno composto il gruppo di “Impegno Comune”, Salvo Latino, Corrado Gugliotta, Rosario Giallongo e Giorgio Nobile, al quale avrebbe aderito in questi giorni anche il vice presidente del consiglio Saro Cavallo. «Non contempliamo alleanze con i partiti politici - afferma Corrado Calvo -. Le uniche alleanze possibili sono quelle che faremo alla luce del sole e a viso aperto e le ricerchiamo nel consenso del popolo». Quarto candidato a sindaco il medico Franco Cultrera, primo dei non eletti nella lista “Nuova Allenza” nelle votazioni di cinque anni fa. Cultrera promuove la sua figura di “persona credibile” anche se non nega di vedere di buon occhio il movimento “Civica”, la nuova lista di giovani formatasi di recente. Ed è proprio dalla lista “Civica” che ci si aspetta un altro candidato a sindaco. Presidente del movimento è Cinzia Spatola ed il nominativo sarà vagliato dall’organizzazione interna. Possibili candidati sono Cinzia Spatola stessa o i giovani Peppe Failla, Riccardo Campanella o Marco Latino anche se non si escludono “colpi di scena”. Per il Pd discorso aperto a tre candidati. Con le primarie che sembrano “saltare”, il candidato potrebbe essere l’avvocato Corrado Assenza o Piergiorgio Gerratana anche se indiscrezioni danno la scesa in campo dell’ex sindaco Giovanni Giuca. Tutto, comunque, ancora da verificare anche se i tempi iniziano a farsi stretti. Possibili candidati anche Patrizia Calvo con il movimento “Io non ho paura”, e il consigliere Corrado Vaccaro. Quest’ultimo potrebbe riuscire nell’ impresa di rimettere assieme il Mpa e “Insieme per Servire”. Altro candidato sarà presentato dal Movimento 5 Stelle che ha portato al trionfo Maria Marzana come deputato nazionale. Assente “di lusso” al momento, rimane il Pdl, che nelle ultime elezioni nazionali ha riscosso una buona affermazione in città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati