Via Avola, i residenti: «Invasi dai liquami»

Guasto alla condotta: «Problemi almeno una volta al mese»
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. «Siamo stati invasi per quattro ore tra liquami e rigagnoli maleodoranti». La denuncia è di uno dei residenti di via Avola, Elio Veneziano dopo lo sversamento fognario che ha interessato ieri mattina via Avola, via Noto fino ad arrivare in viale Scala Greca, nel quartiere Tiche. «Una situazione che si verifica puntualmente almeno una volta al mese - ha detto Veneziano - e che non è stata mai presa in seria considerazione né dalla ”Sai 8”, e neanche dall'ufficio tecnico del Comune ai quali ci siamo rivolti più volte segnalando i continui disagi vissuti qui. Gli interventi sono stati approntati solo nel primo pomeriggio, ma siamo stanchi di dover sopportare questa situazione che dimostra lo stato di abbandono in cui versa questa zona della città». Critico il giudizio di un altro residente, Giorgio Iacono che ha sottolineato i disagi per i pedoni costretti anche dall'assenza di una parte dei marciapiedi a dover transitare tra le pozzanghere che si sono create all'altezza degli incroci con via Noto e viale Scala Greca. «Abbiamo cercato di contattare i call center di Sai 8 - ha spiegato Iacono - ma è stato tutto inutile. Abbiamo dovuto attendere ben quattro ore per poter vedere i primi lavori da parte delle squadre che sono arrivate sul posto per ripristinare il funzionamento della condotta. La rete è stata interamente rifatta pochi anni fa, insieme al nuovo collettore, ma i disservizi e le rotture si sono ripetute con continuità. Siamo pronti a chiedere un confronto con i tecnici di Sai 8 per evitare nuovi disagi». Da parte della «Sai 8» è stato ribadito che i lavori sono stati immediatamente attivati ripristinando la condotta. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook