Centrosinistra, via alle Primarie: «aperte» a tutti

Alla sfida per la scelta del candidato sindaco si è iscritto anche il movimento di Giuseppe Giganti, ex «Fiamma tricolore»
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Primarie del Centrosinistra democratiche e aperte a tutti. Anche a chi arriva dall’estrema destra. È partita ufficialmente ieri mattina la corsa per designare il candidato sindaco del Centrosinistra. Una partenza che non ha mancato di riservare sorprese come la discesa in ”campo” anche di «Italiani in movimento», la lista guidata da Giuseppe Giganti fino a poco tempo fa esponente della «Fiamma tricolore». Il giorno scelto per le primarie è il 24 marzo quando nelle sedi delle circoscrizioni cittadine si potrà votare dalle 8 alle 21. Entro il 10 marzo, però, chi volesse candidarsi dovrà raccogliere 500 firme e presentare una fedina penale pulita se è vero, come spiegato nel regolamento redatto dal comitato promotore, che può partecipare alla Primarie ”chi non ha riportato condanne penali, abbia carichi pendenti nè sia soggetto a indagine per reati contro la pubblica amministrazione, voto di scambio, peculato, concussione”. «L’etica e la moralità sono una delle nostre priorità - ha spiegato il coordinatore cittadino del Pd, Paolo Gulino - per questo sarà escluso chi subirà un rinvio a giudizio». Rispetto alle primarie Gulino ha chiarito che ”si tratta di un progetto alternativo a chi ha governato negli ultimi anni Siracusa. Chi si candiderà alle Primarie per rappresentare la coalizione di Centrosinistra dovrà anche sottoscrivere la carta d’intenti che racchiude i punti chiave del nostro programma”. A sottoscrivere il programma sono stati, fino a questo momento, Pd, «Sel», Idv, «Siracusa al pronto soccorso», «Italiani in movimento» e «Riprendiamoci Siracusa». Nel regolamento, rispetto alle candidature, anche una norma che spiega come non possa partecipare alle Primarie chi ha ”manifestato orientamenti politici in contrasto con la storia amministrativa del Centrosinistra e con i punti programmatici della carta d’intenti”. Un articolo nato forse per sbarrare la porta a eventuali candidature presentate da «Centro democratico», che però ha lasciato spazio alla ”corsa” di «Italiani in movimento» che candida a sindaco Giuseppe D’Amore, anche lui come Giganti ex esponente della segreteria provinciale di «Fiamma tricolore». In attesa della consegna delle firme e di tutti i certificati, che saranno poi vagliati dal comitato promotore che dovrà avallare le candidature, hanno lanciato la propria corsa il capogruppo del Pd, Giancarlo Garozzo, Tanino Firenze, ex consigliere comunale, per «Riprendiamoci Siracusa» e Agostino Fillioley per «Pronto soccorso». Tra lunedì e martedì dovrebbe essere ufficializzato anche il candidato di bersaniani e «Area Dem» e qui potrebbero arrivare le sorprese perchè il nome potrebbe anche non uscire dalla terna formata da Fabio Moschella, Franco Formica e Francesco Pappalardo. Da capire anche le mosse di «Sel» e degli altri movimenti, in quest’ultimo caso in pole position ci sarebbe anche Paolo Tuttoilmondo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook