Avola, netturbini senza stipendi da gennaio: «Pronti a sospendere la raccolta»

I dipendenti della Ef Servizi Ecologici hanno proclamato lo stato di agitazione. La Cgil: «Pronti a scioperare il 13»
Siracusa, Archivio

AVOLA. Hanno concluso ieri il mese lavorativo di febbraio senza aver ricevuto lo stipendio arretrato di gennaio dalla ditta. Sono i circa 45 lavoratori (operatori ecologici e autisti) della società Ef Servizi Ecologici con sede a Misterbianco, che ad Avola gestisce in appalto il servizio per la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani e differenziata. I ritardo del pagamento della retribuzione del mese di gennaio, che per contratto doveva essere liquidata entro il 15 febbraio, da ieri ha fatto scattare lo stato di agitazione con l’annunciato preavviso di una giornata di sciopero indetto per il 13 marzo qualora la situazione resterà immutata entro alla data della proclamazione dell’astensione dal lavoro, pur se verranno garantiti i servizi essenziali previsti dalla legge. Ieri a comunicare al prefetto, al sindaco di Avola, alla ditta e al commissariato di polizia l’avvio dello stato di agitazione e la proclamata giornata di sciopero degli operatori del cantiere di Avola della Ef Servizi Ecologici, è stato, con due distinte lettere, il responsabile sindacale della segreteria del settore Funzione pubblica della Cgil Gianni Marchese. Con la prima comunicazione il segretario provinciale della Funzione pubblica della Cgil annuncia “la proclamazione dello stato di agitazione e l’avvio della procedura di raffreddamento e conciliazione, e proclamazione di sciopero”, per il fatto che fino ad oggi nessuna comunicazione è stata data ai lavoratori della ditta sull’erogazione delle spettanze del mese di gennaio 2013. Se entro il 13 marzo i lavoratori non riceveranno le spettanze, si legge nel comunicato, è indetta una giornata di sciopero. Nella seconda comunicazione il sindacato di categoria annuncia che nei giorni 4,5 e 6 marzo dalle 11 alle 13, nel cantiere di Avola si terranno delle assemblee retribuiti dei lavoratori della ditta Ef Servizi Ecologici per discutere sulle iniziative da intraprendere sulla problematica del mancato pagamento dello stipendio arretrato. Da parte della ditta, la risposta sul ritardato pagamento agli operatori ecologici di Avola è da imputare al fatto che il Comune non ha ancora liquidato le fatture pregresse.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook