Avola, ladri di rame scatenati: in una notte un arresto e una denuncia

Altri tre sono riusciti a sfuggire agli agenti. La denuncia di una donna fa scattare l’operazione delle Volanti

AVOLA. Ladri di grondaie di rame finiti questa volta in manette grazie soprattutto al coraggio di una cittadina che ha segnalato subito al centralino del Commissariato di polizia di Avola la presenza in strada di tre persone che stavano smontando e portando via alcuni pezzi di tubi anche della sua grondaia. Ad essere bloccati e arrestati a seguito dell'immediato interventi in via Marconi degli agenti di polizia di una Volante, ieri intorno alle 2, sono stati due dei tre ladri che avevano già smontato alcuni pezzi di tubi di grondaia nell'abitazione di L.R.. La donna, che vive da sola, ha segnalato il furto in corso dopo aver visto i ladri attraverso il monitor collegato alla telecamera esterna di video-sorveglianza. Inseguiti dai poliziotti, due dei tre ladri sono stati bloccati in una strada adiacente dopo una inutile fuga a piedi, mentre il terzo complice è riuscito a sfuggire alla cattura anche se le indagini avviate dovrebbero quanto prima portare a individuare il nome del fuggitivo e a individuare gli altri due ladri che nella stessa nottata (sembra che fossero due gruppi in azione) hanno fatto razzia di pezzi di grondaie. I due ladri finiti nelle mani dei poliziotti sono un minorenne,incensurato, M.B., 16 anni, denunciato a piede libero al Tribunale dei Miniori di Catania, e il diciottenne Gaetano Tiralongo, disoccupato, incensurato, arrestato in flagranza di reato con l'accusa di furto aggravato di grondaie di rame. Per lui disposti i domiciliari. Ai due giovanissimi ladri i poliziotti adesso potrebbero addebitare anche il furto di pezzi di grondaie scoperto ieri mattina dai custodi nella villetta comunale di Palazzo di Città, dove gli agenti hanno rinvenuto parte dei tubi staccati e schiacciati dalle pareti dell'edificio, dove sarebbero penetrati dal cancello di via Marconi accostato al teatro comunale. Altri furti ieri mattina sono stati denunciati dai proprietari di abitazioni di via Mazzini e di via Marconi. Dopo l'arresto dei due giovani, poche ore dopo al centralino del Commissariato di polizia è arrivata un'altra segnalazione della presenza di tre ladri di grondaie nella zona. L'intervento della polizia ha fatto desistere i ladri che sono scappati abbandonando sul posto un carrello della spesa da supermercato utilizzato per trasportare i tubi. Pare che il rame sia acquistato dai ricettatori a circa 3-4 euro al chilo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X