Refezione ferma nelle scuole: scontro giunta-revisori dei conti

Il servizio mensa non riparte negli istituti comprensivi. Il presidente dell’organo di controllo Giovanni Dimauro: «Proroghe illegittime»

SIRACUSA. I revisori dei conti scendono in campo sulla vicenda mancata riattivazione della refezione scolastica rigettando qualsiasi addebito sul blocco del servizio. Un intervento scattato dopo che il vicesindaco Concetto La Bianca aveva fatto riferimento ad un parere negativo che i revisori avrebbero espresso sulla proroga del servizio. Immediata la reazione dei revisori affidata al presidente Giovanni Dimauro. Nella sostanza si fa riferimento applicazione da parte dei revisori dei conti di quanto previsto nel ”testo unico enti locali”.

Il collegio «venuto a conoscenza di alcuni atti predisposti dall’amministrazione senza aver acquisito il preventivo parere oblligatorio dell’organo di controllo» ha chiesto «di essere formalmente messo a conoscenza di tutte le proroghe relative ad appalti di servizi o forniture disposte a fine anno». Provvedendo a chiarire all’amministrazione «le norme in materia di proroghe di contratti pubblici». I revisori non avrebbero dunque fatto riferimento ”specifico” alla refezione ma evidenziato le limitazioni alle proroghe. Da qui l’invito che Di Mauro rivolge al vicesindaco di «documentarsi» «prima di procedere ad esternazioni inesatte». «Qualora l’amministrazione non condividesse i pareri o i rilievi dei revisori può disattenderli - ricorda il presidente del collegio - come del resto è già accaduto, non essendo gli stessi vincolanti, anche qualora dovesse ritenere inesatte le nostre valutazioni».

Ininfluente, ai fini della proroga, il minor costo del servizio per il 2013. «Il collegio - dice Dimauro - ha relazionatosi sulla legittimità di tutte le proroghe disposte nell’ultimo periodo ed appare veramente fuorviante e paradossale il disperato tentativo di addebitare eventuali ritardi dell’amminsitrazione ai revisori che hanno solo espletato il proprio mandato». Si chiede poi il rispetto del ruolo istituzionale del collegio ed il non coinvolgimento in polemiche strumentali.

«Nessuna accusa o offesa nei confronti dei revisori - replica il vicesindaco La Bianca - l’amministrazione vuole però trovare metodologie che consentano nella massima legittimità e trasparenza di garantire il servizio di refezione». Da qui l’incontro convocato per oggi pomeriggio da La Bianca con l’avvocatura comunale e i dirigenti interessati. Incontro che sarà anticipato in mattinata in commissione bilancio. «Serve immediata chiarezza » dice il consigliere comunale Pd Giancarlo Garozzo. «La pazienza delle famiglie e degli alunni è finita - afferma il presidente della commissione Bilancio Marco Mastriani - a breve inizieranno le proteste. Serve un immediato confronto coi revisori dei conti».

Intanto non si esclude un nuovo appalto.«I soldi a disposizione però non basterebbero - dice La Bianca - e i tempi si allungherebbero». Certo è che in questa situazione a rimetterci sono famiglie, bambini e maestre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook