La morte di Frasca, indagati 6 medici dell’Umberto I

È stata disposta l’autopsia. I familiari: «Venga fatta giustizia». L'operaio, di 37 anni, è deceduto mercoledì forse per un'embolia polmonare

SIRACUSA. Sono sei i medici che risultano indagati per la morte di Gaetano Frasca, l'operaio di 37 anni deceduto mercoledì scorso all'ospedale «Umberto I» probabilmente per una embolia polmonare.

All'uomo, secondo quanto raccontato dai suoi familiari, non sarebbero state diagnosticate due fratture una alla fibula e l'altra alla scapola sinistra. I primi avvisi di garanzia sarebbero stati notificati ad alcuni medici dell'ospedale che nella serata del 30 dicembre avevano visitato la vittima. L'inchiesta, che è coordinata dal pubblico ministero Antonio Nicastro, ha portato anche al sequestro delle cartelle cliniche, per poter ricostruire i tragici momenti trascorsi da Frasca in ospedale, le visite e l'assistenza prestata nei diversi giorni sia al Pronto soccorso che nel reparto di Ortopedia. Oggi, inoltre, verrà affidato l'incarico al medico legale Giuseppe Bulla di eseguire l'autopsia sul corpo dell'uomo, che è stato portato all'obitorio della struttura di via Testaferrata. L'esame autoptico dovrebbe svolgersi oggi, o al massimo lunedì. Successivamente la salma potrà essere riconsegnata ai familiari per i funerali. Inoltre la direzione sanitaria dell'ospedale avrebbe disposto un'indagine interna per accertare eventuali responsabilità.

Una tragedia che ha sconvolto la famiglia di Geatano Frasca, assistita dall'avvocato Giuseppe Cro, che disperata chiede che sia fatta giustizia per una morte improvvisa e inspiegabile. «Abbiamo perso un nipote - sottolinea lo zio della vittima Maurizio Vanella - e vogliamo giustizia. Tutto questo non doveva succedere se solo lo avessero ricoverato».

Frasca aveva avuto un incidente stradale con la sua moto ed era stato portato in ospedale per le cure. Ma dai primi accertamenti non sarebbero emerse complicazioni, né fratture, solo contusioni. Le sue condizioni però, nei giorni successivi, si sono aggravate: aveva difficoltà a respirare ed è entrato in coma nel giro di poche ore. Trasferito in Rianimazione è morto nel pomeriggio di mercoledì.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati