In macchina con fucile e pistola, quattro arresti

Avevano abbandonato le armi prima dell’arrivo dei carabinieri. I quattro sono accusati di furto aggravato e detenzione illegale di arma clandestina

SIRACUSA. I carabinieri hanno arrestato quattro persone che poco prima si erano disfatti, gettandoli dal finestrino dell'auto in corsa, di un fucile con il colpo in canna e di una pistola a salve modificata in modo tale da sembrare autentica. Si tratta di Gianluca Galota, 31 anni, Giovanni Monreale, 34, Davide Miraglia, 20 e  Jarczewski Radoslaw, 29, tutti di Floridia (Sr). Sono stati rinchiusi nel carcere siracusano di Cavadonna con le accuse di  furto aggravato e detenzione illegale di arma clandestina.    L'operazione è stata effettuata nella tarda serata di ieri ma la notizia è stata resa nota solo oggi. I quattro viaggiavano a bordo di una Fiat Panda - risultata rubata - e stavano transitando lungo il viale dei Lidi, l'arteria che attraversa la località balneare di Fontane Bianche, ad una quindicina di chilometri dal capoluogo, quando sono stati notati dai carabinieri della stazione di Cassibile che, insospettiti da quelle presenze, hanno iniziato a seguire l'utilitaria. Quando i quattro si sono accorti della presenza dei carabinieri hanno accelerato liberandosi di un fucile calibro 22 con il colpo in canna e di una pistola a salve con alcuni colpi nel caricatore. Poco dopo i carabinieri hanno bloccato la vettura con i quattro a bordo. Sull'auto sono stati trovati anche quattro passamontagna e una piccola quantità di hashish.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati