Stadio De Simone, revocata la gestione. Mauceri: «Ma noi non ce ne andiamo»

Il Comune ha ritirato la convenzione con l’Unione sportiva Siracusa e il vicepresidente annuncia la battaglia legale
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Revocata dal primo gennaio all’Unione sportiva Siracusa la gestione dello stadio «Nicola De Simone». Inizia con il ”botto” il 2013 per quanto riguarda l’impiantistica sportiva in città. Una ”querelle” tra società e Comune che sicuramente non verrà risolta in tempi brevi. «A fine anno abbiamo ricevuto dall’amministrazione comunale la revoca di gestione dell’impianto della Borgata e che prevede anche la somma di 180 mila euro per la manutenzione dello stadio - ha spiegato il vicepresidente dell’Unione sportiva Siracusa Marco Mauceri - certamente non resteremo a guardare gli eventi». La società, che aveva stilato nel mese di febbraio del 2012 la convenzione con il Comune, minaccia battaglia legale affinché l’amministrazione possa tenere fede all’impegno. «Non credo che sia stato corretto il comportamento del Comune di azzerare il tutto il 27 dicembre. È stato un colpo basso che si potevano evitare. - ha detto Mauceri - I nostri legali sono già a lavoro e saremo pronti in tutte le sedi. Naturalmente la società gestirà l’impianto sportivo fino a quando non si saranno pronunciati i giudici, solo in caso di esito negativo ci faremo da parte». Assicurazioni sulla prosecuzione dell’attività nell’impianto sportivo arrivano sempre dalle parole del vicepresidente dell’Unione Siracusa. «L’impianto non rimarrà chiuso - ha continuato Mauceri - sia l’Enzo Grasso che il Città di Siracusa potranno disputare le gare interne dei rispettivi campionati allo stadio come previsto dagli accordi presi con le società ad inizio della stagione. Naturalmente anche il nostro settore giovanile non subirà stravolgimenti e credo sia la cosa più corretta». Intanto restano davvero pessime le condizioni del terreno di gioco, l’erba non cresce più ed anche le numerose gare in programma durante la settimana non fanno che peggiorare la situazione. Il vicepresidente cerca di smorzare la polemica sulla mancata concessione del terreno di gioco per il trofeo Santa Lucia. «Non abbiamo dato la disponibilità per il ”De Simone” - ha concluso Mauceri - anche per non arrecare un peso ulteriore sul terreno di gioco. La manutenzione sarà sempre garantita».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook