Minaccia di lanciarsi nel vuoto, per ore bloccata via Filisto

Un uomo ai «domiciliari» è salito sul tetto di un edificio: le forze dell’ordine lo hanno fatto desistere

SIRACUSA. Ha minacciato di lanciarsi nel vuoto, dal terrazzo della sua palazzina in via Filisto, a due passi dal cinema «Vasquez».
È accaduto ieri mattina, poco prima delle 11,15 quando l’uomo, R.I., 38 anni, si è sporto pericolosamente, richiamando l’attenzione dei passanti e dei vicini di casa che hanno chiamato i vigili del fuoco, gli agenti di polizia e i carabinieri. Il trentottenne si trova agli arresti domiciliari e non sono ancora chiare le ragioni per cui ha pensato di togliersi la vita anche se gli inquirenti sospettano che possano esserci motivi di carattere sentimentale.
Ipotesi che è al vaglio degli agenti delle Volanti, agli ordini del dirigente, Francesco Bandiera, che, insieme ai pompieri sono saliti in cima al palazzo per tentare di convincere l’uomo a fare un passo indietro. Ai piedi dello stabile, si è formata una folla di curiosi, mentre le pattuglie della polizia hanno provveduto a fare defluire il traffico su via Filisto perchè alcuni automobilisti si sono fermati per capire cosa stesse accadendo.
Le trattative con il trentottenne sono andate avanti per oltre un’ora ed alla fine, intorno alle 12,35 l’allarme è cessato, quando si è consegnato ai poliziotti, che, evidentemente, devono essere stati molto convincenti. È stato riportato nella sua abitazione ma per lui, nelle prossime ore, potrebbe anche scattare una denuncia in Procura per evasione dei domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati