«Spaccio di banconote false», fermato un diciassettenne

Il ragazzo avrebbe voluto piazzare un biglietto da cento euro al gestore di un’edicola

SIRACUSA. Aveva provato, per la seconda volta, a spacciare una banconota falsa ad una stessa persona, il gestore di un’edicola nella zona di Santa Panagia. Un minore di 17 anni è stato denunciato dagli agenti di polizia che lo hanno bloccato dopo la segnalazione della vittima. Il giovane, giovedì scorso, si era presentato in edicola con un biglietto da 100 contraffatto per acquistare una scheda di una tv a pagamento. Avrebbe voluto vedere un programma, forse una partita di calcio, e sarebbe riuscito nel suo intento Sembra che solo qualche minuto il commerciante si è accorto di essere stato raggirato ma ormai il diciassettenne era andato via. Pensava che non l’avrebbe più rivisto solo che aveva ben impresso nella sua mente il volto di quel ragazzino. Invece, il minore era convinto che l’avesse passata liscia e che la sua vittima non si fosse accorta proprio di nulla. Si è presentato sabato sera, poco prima delle 20, alle stessa edicola, chiedendo un’altra scheda ed esibendo una banconota da 100 euro, solo che questa volta non gli è andata bene. È stato riconosciuto dall’esercente che poco dopo ha chiesto l’intervento degli agenti di polizia. Le pattuglie delle Volanti sono riuscite a rintracciarlo e soprattutto a bloccarlo: è stato trasferito al palazzo della Questura dove è scattata la denuncia per spaccio di banconote false. Le indagini dovranno chiarire in che modo il diciassettenne è entrato in possesso delle banconote e se in città sta girando una partita di soldi contraffatti. Il ragazzo è stato interrogato ma gli inquirenti, per non bruciare il lavoro investigativo, preferiscono non svelare nulla sul contenuto delle sue dichiarazioni.


GA.SC.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook