Spara al labbro della moglie e le vieta di curarsi: arrestato

Le indagini erano state avviate dopo la denuncia della vittima, stanca delle vessazioni subite. Durante una perquisizione gli investigatori hanno trovato armi sportive e una pistola calibro 22 con matricola cancellata
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Avrebbe picchiato in più occasioni la moglie, anche davanti ai loro due figli minorenni, e una volta l'avrebbe ferita a un labbro e ai denti con un colpo di pistola, impedendole poi di andare in ospedale. Protagonista della vicenda un siracusano che è stato arrestato dal nucleo di polizia municipale della Procura per maltrattamenti, aggressioni, violenze private anche con armi da fuoco. La magistratura ha diffuso la notizia, ma non le generalità dei protagonisti per motivi di privacy. La donna e i figli minorenni sono stati condotti in una luogo sicuro.

Le indagini erano state avviate dopo la denuncia della vittima, stanca delle vessazioni subite. Durante una perquisizione gli investigatori hanno trovato diverse armi sportive, legalmente detenute, e una pistola calibro 22, con il numero di matricola cancellato, oggetto di una falsa denuncia di furto.

L'episodio più violento, ha denunciato la donna, nei mesi scorsi quando suo marito la spinse contro la lavatrice, le puntò una pistola al viso e le sparò: il proiettile entrò e uscì dal labbro superiore e le fece saltare i denti frontali superiori. La vittima fu obbligata a non andare in ospedale, ma successivamente è stata costretta a ricorrere un intervento chirurgico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X