Raccolta rifiuti, servizio a singhiozzo: protesta degli operatori

Presidio dei lavoratori in viale Ermocrate per il mancato pagamento degli stipendi. Garantita la pulizia dei mercati
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Cassonetti colmi di rifiuti in città e raccolta ferma da lunedì sera. Lo hanno deciso gli operatori ecologici dell'Igm che protestano per il mancato pagamento delle spettanze di novembre e della tredicesima. Ieri mattina i lavoratori sono rimasti in presidio all'interno del cantiere di viale Ermocrate. Una manifestazione forte con i mezzi incolonnati all'interno del piazzale per sollecitare l'amministrazione comunale a sbloccare le spettanze arretrate. Intanto sono visibili i cumuli di spazzatura in alcune strade della città, da viale Algeri, a via Grottasanta, da via Santi Amato a via Italia, da viale Santa Panagia a viale Teracati. La situazione più critica si registra in alcune zone della Borgata, ad Epipoli e in via Cannizzo, nel cuore di Akradina dove le strade si stanno trasformando in discariche. La protesta così come hanno confermato i lavoratori, prosegue, ed oggi è previsto un confronto richiesto dai sindacati con i dirigenti dell'ufficio Ragioneria del Comune. «La situazione è critica - ha spiegato uno dei dipendenti, Giorgio Fazio - attendevamo già da lunedì scorso i pagamenti così come ci era stato promesso, e responsabilmente abbiamo proseguito a svolgere tutte le attività di raccolta dei rifiuti previsti dal contratto. Dopo l'ennesimo rinvio abbiamo però deciso di astenerci dall'attività. Non vogliamo anticipi sugli stipendi, chiediamo il pagamento per intero delle nostre spettanze. Siamo indebitati con finanziarie e banche e non sappiamo come potere andare avanti. Ulteriori ritardi nel poter percepire i nostri stipendi non possiamo più sostenerli, anche perché da quattro anni abbiamo bloccato il quinto dello stipendio e siamo ormai arrivati al limite».
I lavoratori comunque garantiranno i servizi essenziali in particolare la pulizia del mercato ortofrutticolo di via Elorina, e quelli di via Giarre, via De Benedictis e piazzale Sgarlata, oltre al ritiro dei rifiuti dagli ospedali. Da parte dell'azienda è stato specificato in un documento che ”il mandato relativo ai servizi di novembre è stato già trasmesso all'ufficio ragioneria del Comune e si provvederà al pagamento ad avvenuto incasso dell'Imu da parte del Comune”.
A chiarire i tempi entro cui si potranno erogare le spettanze è stato l'assessore comunale all'Ecologia, Vincenzo Bosco.
«Le difficoltà non sono dovute a mancanze dell'amministrazione - ha chiarito Bosco - ma ai tagli delle risorse che abbiamo dovuto subire da parte del Governo e della Regione. Abbiamo chiesto all'ufficio ragioneria di effettuare una ricognizione sulle risorse ed è preventivabile che le spettanze potranno essere erogate solo dal 28 dicembre». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X