Infiltrazioni d’acqua e sporcizia: Villa Reimann è in abbandono

Sopralluogo della commissione al Patrimonio: sotto accusa il consorzio «Archimede»
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Pareti e soffitti segnati dalle infiltrazioni d'acqua piovana, muri scrostati e alcuni locali lasciati nel completo abbandono. L'immagine è quella di villa Reimann, venuta fuori dal sopralluogo effettuato ieri mattina dalla commissione consiliare Patrimonio presieduta da Alfredo Romeo. E adesso si ipotizza la revisione o la revoca della convenzione attraverso cui il Comune ha affidato l'immobile al consorzio universitario Archimede. Immobile dove pulizia e manutenzioni lasciano a desiderare. Fa eccezione il giardino che dove sono stati realizzati dal Comune interventi per la cura del verde. ed altri ne sono programmati. Nell'edificio invece alcuni locali del piano terra sono stati trasformti in un magazzino sommerso da polvere e mobili abbandonati. E non mancano gli interrogativi della commissione e dell'assessore comunale alle Politiche culturali Mariella Muti chiamata sul posto.

«Ho riferito quello che ho visto al sindaco - dice Muti - la convenzione prevede che la manutenzione sia garantita dal consorzio che evidentemente non è stato puntuale negli interventi. C'è poi un problema di pulizia. Non si possono lasciare alcuni locali della villa nello stato in cui li abbiamo trovati». Anche la giunta farà le sue valutazioni sulla base di quanto rappresenterà l'assessore Muti, investita solo ieri mattina della questione. «Villa Reimann - dice il consigliere comunale Giancarlo Garozzo - è un bene della città al momento sotto utilizzato. Quando la città ne potrebbe fruire. Forse è arrivato il momento di rivedere la convenzione». Garozzo ha ipotizzato un coinvolgimento della Caritas per la raccolta degli agrumi nel giardino della villa. Si è pure parlato dei mobili della villa. «Sono tutti catalogati e non ne manca nessuno - è stato detto - la collezione Reiman si trova invece al museo archeologico». Secondo i progetti del Comune il parco sarà dotato di un varco nella zona sottostante e interessato da un investimento di 50 mila euro. «La commissione - ha detto Romeo - farà le valutazioni del caso per poi avanzare proposte per un utilizzo migliore dell'immobile».  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X