Allarme furti a Noto, 2 raid notturni Presi di mira cartoleria e centro Snai

I ladri provocano solo danni: rubati pochi soldi. Non sono riusciti a rompere la vetrata della sala scommesse

NOTO. Nella stessa notte hanno assaltato due locali, una cartolibreria in corso Vittorio Emanuele e un centro scommesse a piazza Bolivar, a Noto. I ladri hanno provocato solo danni, perchè hanno portato via solo qualche spicciolo. In entrambi i casi, sono al lavoro i carabinieri, che sono stati avvertiti da alcune telefonate dei residenti della zona, svegliati dal rumore del vetro andato in frantumi.
Per intrufolarsi nella cartolibreria «Play book» i malviventi si sono serviti di una panchina, che è stata sradicata e lanciata contro la vetrata e per completare l’opera hanno scagliato un grosso sasso. Hanno fatto in fretta e il loro obiettivo era di prendere i soldi contenuti nella cassa. Pensavano, forse, che ne avrebbero trovato parecchio ma sono rimasti delusi perchè si sono messi in tasca una decina di euro. Evidentemente, il proprietario dell’attività commerciale, per motivi di sicurezza, aveva lasciato il grosso dell’incasso da un’altra parte e gli è andata bene, almeno sotto questo aspetto.
Non contenti del bottino, i ladri, dalle informazioni in possesso ai militari, si sono spostati in piazza Bolivar per tentare l’assalto al centro scommesse «Snai». Facevano molta gola i soldi che erano custoditi, anche perchè sapevano che, ogni giorno, tra campionati di calcio e di altri sport, si fanno molte puntate. E così hanno pensato di ripulire il locale ma la vetrata era una sorta di scudo solidissimo e di certo il sasso scagliato contro non era sufficiente per consentirgli di crearsi un varco. Ci hanno provato un paio di volte, poi, per evitare guai peggiori, come farsi sorprendere della forze dell’ordine, hanno desistito, decidendo di tornarsene a casa, seppur senza nulla in mano.
I carabinieri della Compagnia di Noto, al comando del capitano Gennaro Micillo, hanno avviato le indagini per provare a risalire agli autori di questi due assalti ed hanno compiuto alcuni sopralluoghi in cerca di qualche traccia lasciata incautamente.
I militari stanno provando a verificare se ci sono, nella zona in cui hanno agito i ladri, delle telecamere di sorveglianza che potrebbero averli ripresi. Questo consentirebbe agli inquirenti di avere delle buone carte per acciuffare i responsabili, che potrebbero essere gli stessi autori di altri furti sui quali stanno lavorando i carabinieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X