Amianto in viale Polibio, un’area sotto sequestro

Sono in corso dei lavori per la ristrutturazione di uno stabile ma gli operai dell’impresa edile, dopo aver rimosso dell’amianto, lo avrebbero smaltito abusivamente

SIRACUSA. Un’area privata, nella zona di viale Polibio, è stata posta sotto sequestro dagli agenti della polizia municipale. Sono in corso dei lavori per la ristrutturazione di uno stabile, solo che gli operai dell’impresa edile, dopo aver rimosso dell’amianto lo avrebbero smaltito abusivamente.

Il controllo è scattato due giorni fa, quando una pattuglia dei vigili urbani si è accorta di questi interventi, in particolare gli occhi degli investigatori sono stati puntati «su un operaio intento a demolire la copertura di box, costituita da onduline di eternit, in parte e unitamente ad altro materiale di risulta, frantumate e raccolte in sacchi di plastica» fanno sapere dal comando della polizia municipale.

La relazione degli inquirenti è finita sul tavolo della Procura che ha disposto il sequestro dell’area, mentre sono state avviate le procedure per denunciare i responsabili di questa violazione. L’ipotesi di reato è di smaltimento illegale di rifiuti pericolosi. Non è la prima volta che la polSizia municipale interviene per frenare il fenomeno della discariche abusive di amianto, sostanza altamente pericolosa, capace di provocare patologie tumorali.

«È da rilevare - dice il comandante della polizia municipale, Gianni Monterosso - che l’abitudine di abbandonare rifiuti pericolosi in discariche a cielo aperto comporta la necessità, per le amministrazioni, di provvedere a consistenti esborsi - aggiunge il comandante Monterosso - per procedere alle operazioni di bonifica. I materiali presenti molto spesso nelle abitazioni private possono diventare estremamente pericolosi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati