Polemiche per il "caro acqua" a Noto: il Comune contro i tagli delle utenze

Bonfanti: «Presto un incontro con la società che gestisce il servizio per evitare la sospensione dell’erogazione»
Siracusa, Archivio

NOTO. Polemiche, scontri e anche forti reazioni, e non solo a palazzo Ducezio, sede del Comune. In città, a seguito delle bollette d'acqua con importi esagerati, ma anche del più recente distacco di alcune utenze (in alcuni casi per respingere tale operazione i cittadini hanno richiesto l'intervento della Polizia municipale), sembrano essere tornati i giorni più caldi della protesta quando a guidare la contestazione c'erano i comitati.

E oggi, a differenza del passato - quando un certo collegamento tra forze di maggioranza e di opposizione si registrava - l'argomento «caro acqua» con le tante disfunzioni che ruotano attorno al servizio sembra aver rotto gli equilibri anche in consiglio comunale, con l'opposizione - in testa il Pdl - pronta a puntare l'indice contro la maggioranza di Progetto Noto «capace solo di richiedere la convocazione della massima assise municipale per fare normale passerella, piuttosto che risolvere la vicenda».

A sgombrare il campo da possibili equivoci generati dallo scontro è direttamente il sindaco Corrado Bonfanti: «La poco piacevole vicenda legata ai distacchi delle utenze idriche ad opera di Sai8 - ha dichiarato - sta impegnando da diversi giorni, e in maniera prioritaria, l'amministrazione comunale. Per la cronaca gli avvisi di distacco sono stati senza indugio valutati e, con l'intervento sia di Sai8 (l'attuale gestore) sia dell'Aspecon (la municipalizzata titolare del servizio sino al gennaio del 2009), si è dapprima ripristinata l'utenza e subito dopo avviata la pratica amministrativa di regolarizzazione».

Ma non è tutto: Bonfanti ha anche assicurato che «a giorni si procederà a perfezionare la graduatoria per gli eventuali beneficiari del Fondo di Garanzia che dovrà compensare il mancato pagamento da parte delle famiglie indigenti. Tutto questo sarà fatto alla luce del sole, con la massima trasparenza e all'esito sarà dato risalto. In ogni caso, e soprattutto per dare risposte con i fatti a coloro che ci accusano di fare solo demagogia e passerella - ha detto stizzito il capo dell'amministrazione - abbiamo ottenuto la sospensione dei distacchi e l'avvio di un tavolo tecnico con una prima riunione che si terrà proprio a Noto lunedì prossimo alle 9, e alla quale parteciperanno l'ingegnere Alessandro Aiello, direttore operativo di Sai8, e l'ingegnere Maurizio Genovesi direttore generale dell'Aspecon».

Ma c'è sempre l'occhio vigile dell'opposizione. Per Carmelo Tardonato, capogruppo consiliare del Pdl «qualcosa non quadra. Il sindaco, durante l'ultima conferenza dei capigruppo, ha ribadito la contrarietà alla rescissione del contratto con Sai8. Ha così smentito i nove consiglieri di maggioranza che hanno chiesto la convocazione della massima assise municipale per occuparsi di impianti idrici e fognari, e dei problemi legati alla gestione Sai8».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X