Comune, pagati gli stipendi arretrati Ma potrebbe slittare la tredicesima

Mobilitazione annunciata e sospesa ieri dai sindacalisti per i 45 operatori ecologici contro i ritardi
Siracusa, Archivio

AVOLA. Dopo quello di settembre scorso liquidato all’inizio di novembre, per gli oltre 340 dipendenti comunali è in arrivo tra domani e martedì anche lo stipendio del mese di ottobre. I mandati di pagamento dello stipendio di ottobre dei «comunali» sono stati infatti già inviati alla tesoreria comunale della banca di piazza Allende da parte dell’ufficio Ragioneria, e secondo i calcoli tecnici dei tempi di lavorazione dell’istituto di credito dovrebbero essere liquidati tra domani o al massimo martedì prossimo.

Per la verità, nei giorni scorsi, era stato detto nei corridoi di Palazzo di Città di corso Garibaldi che l’amministrazione comunale non sarebbe riuscita a pagare neppure questo mese lo stipendio arretrato del mese scorso, che per tutti i dipendenti di ruolo e i lavoratori contrattisti ammonta come spesa ogni mese a circa 950 mila euro compresi gli oneri previdenziali e assistenziali dell’Inps.

La retribuzione del mese di settembre, infatti, per mancanza di fondi nella cassa comunale è stata liquidata ai dipendenti del Comune soltanto tra la fine di ottobre e i primi di novembre. Cioè con oltre un mese di ritardo rispetto al classico giorno del 27 del mese. Per lo stipendio di questo mese, visti i ritardi precedenti, a Palazzo di Città nessuno tra impiegati degli uffici finanziari e amministratori comunali adesso si sbilancia sulla possibile data di liquidazione.

Circola voce che lo stipendio di questo mese, se non arriveranno nelle casse del Comune le somme delle rate di trasferimento della Regione, potrebbe slittare anche a metà dicembre prossimo, con la tredicesima che a questo punto potrebbe slittare a fine gennaio 2013.

Mobilitazione annunciata e sospesa dai sindacasti ieri, invece, per i circa 45 operatori ecologici della ditta E.F. Servizi Ecologici di Misterbianco, impresa che gestisce in città la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e la differenziata, i quali venerdì hanno ottenuto l’assegno bancario dello stipendio del mese di settembre (che per contratto doveva essere liquidato entro il 15 ottobre scorso).

Anche in questo caso il lungo ritardo del pagamento delle spettanze del mese di settembre aveva già fatto intraprendere all’organizzazione sindacale della Fp-Cgil l’avvio dello stato di agitazione degli operai del cantiere, sospeso però venerdì alla consegna degli assegni bancari da parte della ditta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X