Riserva di Pantalica, manca l’intesa sulla gestione

Non c’è accordo tra la Provincia e i comuni di Palazzolo, Canicattini e Sortino. Le risorse da investire sono pari a 7 milioni di euro per la creazione di un circuito nella zona della riserva ripristinando anche le antiche strutture ferroviarie
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Un patrimonio da tutelare ma la gestione della grande riserva di Pantalica, purtroppo, rimane ancora un problema. Manca l’intesa, infatti, tra la Provincia e i comuni di Palazzolo, Canicattini e Sortino. Per la Provincia una soluzione sarebbe quella del project financing, facendo un bando per individuare un unico soggetto. Contrari i comuni che hanno chiesto di affidare il servizio a più soggetti che operano sul territorio, magari a cooperative con l'impiego del personale precario degli enti. Sarà adesso il consiglio provinciale scientifico a elaborare una proposta dopo aver ascoltato i sindaci. Ci sono tre direzioni regionali che hanno competenze su Pantalica: la Ripartizione foreste, il Territorio e Ambiente, e Beni culturali, oltre ai Comuni. Le risorse da investire sono pari a 7 milioni di euro per la creazione di un circuito nella zona della riserva ripristinando anche le antiche strutture ferroviarie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X