Servizio informatico comunale: la protesta dei lavoratori ex “Rit”

I quindici dipendenti della ditta fallita in attesa di essere assunti dalla nuova impresa che ha vinto l’appalto. “Chiediamo il rispetto degli impegni”

SIRACUSA. “Chiediamo solo rispetto degli impegni”. Il voto sul bilancio preventivo del Comune è ormai alle porte e i 15 lavoratori della ex “Rit” fanno nuovamente sentire la propria voce.  Dopo il fallimento della “Rit”, la ditta che gestiva il servizio informatico del Comune, i 15 lavoratori dovevano essere assunti dalla nuova impresa che ha vinto l’appalto per l’archiviazione ottica. Da novembre a oggi, però, nulla si è mosso e gli operatori sono ancora in attesa di essere assunti. L’assessore comunale al Bilancio, Roberto Di Mauro ha assicurato che “nel bilancio abbiamo inserito le risorse per le assunzioni. Se non dovessero esserci cambiamenti non ci saranno problemi”. Proprio per questo, considerando che mercoledì è il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti da parte dei consiglieri comunali, i 15 lavoratori hanno deciso di farsi sentire con la propria presenza in aula. “Non chiediamo altro – hanno spiegato – che ottenere quanto ci è stato garantito”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati