Pachino, gli uffici comunali cambiano sede

Da dicembre aperti i locali di via Unità. La ristrutturazione dell’immobile volge al termine e mancano soltanto l’adeguamento dell’impianto elettrico e i mobili

PACHINO. La «rivoluzione» degli uffici comunali comincerà a dicembre. Per avere delle strutture più moderne e funzionali, infatti, si dovrà attendere ancora poco più di un mese. L’ex «Standa» è quasi pronta per ospitare diversi settori municipali. L’edificio, acquistato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Bonaiuto, nell’estate del 2010 è costata 800 mila euro. Ha ospitato in passato prima la «Standa» e, successivamente, le classi del biennio dell’istituto superiore «Michelangelo Bartolo». La ristrutturazione dell’immobile di via Unità, dopo diversi mesi di lavori, volge al termine e mancano solamente l’adeguamento dell’impianto elettrico ed i mobili.

«Voglio precisare – ha detto il responsabile del settore Servizi demografici, Spettacolo, Turismo e Pubblica istruzione Nicola Campo -, che è previsto ogni abbattimento delle barriere architettoniche, perché verrà installato uno scivolo che consentirà l’ingresso dei diversamente abili al pianterreno della struttura». Una precisazione dovuta, quella di Campo, per scacciare via le polemiche emerse nei giorni scorsi riguardanti l’accesso non agevole di anziani e diversamente abili alla struttura. Il pianterreno ospiterà, stando all’organizzazione degli uffici stabilita dall’amministrazione comunale, l’Anagrafe, l’Elettorale ed anche la produzione ed il rilascio dei certificati.

«Comunque – ha precisato Campo -, sarà data massima assistenza ai portatori di handicap». Sempre a pianterreno ci sarà un archivio degli atti dell’Anagrafe e dello Stato civile, risalenti sino al 1800, che potranno essere consultati ed un deposito di materiale elettorale. Al primo piano sono previsti lo Stato civile, l’Ufficio relazioni col pubblico, lo Sport e Spettacolo ed «abbiamo anche pensato – ha continuato Campo - di dare dignità a chi decide di sposarsi con il rito civile. I locali di via XXV Luglio sono troppo angusti. Così abbiamo deciso di creare al primo piano di via Unità, una stanza destinata alla celebrazione dei matrimoni. Per dare un aspetto più decoroso, a chi decide di sposarsi».

Il trasferimento dell’Urp in via Unità consentirà di «salvare» anche l’ufficio di collocamento che attualmente si trova in via Rubera. «Sarà spostato in via Unità – ha comunicato Campo -, per evitare la chiusura a causa della mancata agibilità dei locali». Dunque, nel palazzo centrale di via XXV Luglio, a conti fatti, sarà liberato l’intero piano terra che dovrebbe ospitare nell’ala destra l’aula consiliare, attualmente in via Rubera. Nell’ala sinistra potrebbero finire la presidenza del consiglio e due salette, una per le riunioni ed una per la stampa. «I lavori finiranno entro novembre – ha garantito Nicola Campo - ed entro dicembre potremmo essere già trasferiti. Sono terminati i lavori di tinteggiatura ed adeguamento strutturale, adesso sarà sistemato l’impianto elettrico e poi partirà il trasferimento degli uffici».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook