Priolo, sì della giunta al taglio degli assessori

I componenti scendono da 7 a 4. Si risparmierebbero 80 mila euro annui. La parola adesso passa al Consiglio

PRIOLO. Via libera da parte della giunta comunale di Priolo al provvedimento che dispone la modifica dello statuto comunale con la riduzione del numero degli assessori da sette a quattro e l'abolizione del difensore civico. La delibera è stata approvata martedì e potrebbe diventare operativa già entro la scadenza del mandato di questa amministrazione fissato per la prossima primavera. Il risparmio si attesterebbe intorno agli ottantamila euro annui. Un messaggio importante che viene ribadito da questa amministrazione, secondo quanto ha sempre specificato il sindaco Antonello Rizza, e che giunge in un momento di grande criticità anche per il bilancio comunale dovuta al pesante taglio dei trasferimenti da parte del Governo e della Regione ed ai rischi di sforamento del patto di stabilità che in molti comuni anche di questa provincia sta paralizzando l'avvio di importanti opere pubbliche. Tra le indicazioni che sono inserite all'interno della legge regionale varata il 5 aprile del 2011 è prevista anche la presenza di una rappresentanza femminile in giunta, elemento che l'amministrazione di Priolo ha già da tempo reso effettiva. Nei fatti l'iter di modifica dello statuto comunale adesso prevede adesso la pubblicazione all'albo del provvedimento per consentire ai cittadini, associazioni e movimenti di presentare valutazioni, richieste di integrazione e eventuali modifiche al provvedimento varato dalla giunta. Dopo questa fase nei primi mesi del 2013 il documento dovrebbe passare all'esame del consiglio comunale che dovrà votarlo con una maggioranza dei due terzi per due volte. Una richiesta specifica in merito alla proposta di riduzione del numero dei componenti della giunta era arrivata nei mesi scorsi anche da un gruppo di consiglieri comunali e da una richiesta dell'assessorato regionale agli Enti locali. In ogni caso già con la nuova amministrazione comunale la nuova squadra assessoriale sarà formata da quattro componenti. «Come amministrazione comunale - ha sottolineato il vicesindaco, Giovanni Parisi - ci siamo attenuti a quelle che erano state le richieste e le prescrizioni giunte dall'assessorato regionale agli Enti locali. Così abbiamo accelerato in tempi ed avviato l'iter che adesso sarà sottoposto al parere ed alle osservazioni dei cittadini, prima della valutazione finale che ne dovrà fare il consiglio comunale». Sulla vicenda dei costi della politica si registra la raccolta di firme avviata dal 9 settembre da parte del movimento «Il Faro», che prendendo spunto dalle disposizioni contenute nella legge regionale del 5 aprile 2011, chiede insieme al Pd e alla Cgil, la riduzione dell'ammontare del gettone di presenza per i consiglieri comunali. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook