Siracusa, Archivio

Trecento parcheggi a pagamento: arrivano le strisce blu ad Augusta

Il progetto presentato dal commissario La Mattina: «Aiuterà a dare un’immagine decorosa della città»

AUGUSTA. Sarà istituita al centro storico e al quartiere Borgata, la sosta a pagamento con le strisce blu. È quanto ha annunciato il commissario straordinario del Comune, Antonio La Mattina che intravede nell'istituzione del servizio il raggiungimento di un duplice obiettivo, da un lato fare entrare soldi alle case del Comune dall'altro rendere più vivibili importanti tratti del centro storico come via Principe Umberto e della Borgata come viale Italia via Lavaggi.
"A breve partiremo con le strisce blu - ha detto il funzionario regionale con poteri sostitutivi del sindaco e della giunta - che ci consentiranno, fra l’altro, di smobilitare i dehors e i gazebo che sono posizionati in molte zone e quindi assicurare una vivibilità della città, che deve vivere e dall'altro di incassare. A breve sarà espletata la gara. Il servizio sarà gestito dall'amministrazione che farà una convenzione con gli esercizi commerciali per far acquistare loro i tagliandi che poi potranno dare ai clienti e così incentivare anche il commercio. Dobbiamo dare un'immagine della città decorosa, ne parlerò con i commercianti e nulla farò se non dialogando con la città".

La scelta di individuare degli spazi di parcheggio a tempo nasce, dunque, anche dal fatto di consentire una migliore viabilità nelle arterie più trafficate e consentire così a chi vuole andare a comprare nei negozi che si trovano in via Principe Umberto, ma anche in viale Italia e via Lavaggi di poter trovare con facilità un posto dove parcheggiare.
Il commissario pensa, inoltre, di istituire l'isola pedonale la domenica, in modo che chi vorrà potrà godersi di più il centro storico o la Borgata. In tutto saranno trecento i parcheggi con le strisce blu, che verranno compensati con i parcheggi alternativi che dovrebbero essere realizzati. "Affronteremo, inoltre, - ha concluso La Mattina- il tema della sicurezza e del controllo del territorio con una maggiore attenzione da parte dei vigili urbani, non abbiamo controllo del territorio, c'è una vera e propria anarchia e basta fare un giro per accorgersi di quello che succede".

Anche l'amministrazione Carrubba aveva in mente di istituire il servizio, nel 2010 fu predisposto a questo scopo un bando pubblico per il suo affidamento e la gestione, poi sospeso per problemi di natura tecnica, la questione fu poi riproposta l'anno dopo con la pubblicazione delle linee guida, che revocavano il precedente provvedimento, aprendo la strada al bando di gara e all'assegnazione del servizio che però non è mai stato appaltato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati