Edilizia scolastica, in «arrivo» oltre 12 milioni

Saranno destinati a quattordici istituti. Bono: «Serviranno per la messa in sicurezza»
Siracusa, Archivio

SIRACUSA. Oltre dodici milioni di euro per alcune scuole del territorio: firmata ieri mattina l'intesa tra il presidente della Provincia, Nicola Bono e i dirigenti delle nove scuole del territorio che riceveranno queste somme per gli interventi di riqualificazione degli edifici scolastici. Scuole più sicure, quindi, con impianti basati sulle energie rinnovabili. Le risorse totali del Piano di azione per la coesione «Priorità istruzione» per le nove scuole sono pari a oltre sei milioni di euro.

All'accordo siglato nella «Sala degli Stemmi» della Provincia, in via Roma, hanno partecipato i dirigenti delle scuole che hanno ottenuto i finanziamenti: il liceo «Leonardo Da Vinci» di Floridia, con il dirigente Cesario Panebianco, il «Quintiliano» con Giuseppe Mammana, il «Calleri» di Pachino, con dirigente Teo Bisonte, il «Megara» di Augusta con Gabriella Castorina, l'«Archimede» di Rosolini con Corrado Baglieri, il «Majorana» di Avola, con Gabriella D'Ambrosio, il «Moncada» di Lentini, con Domenico Genovese, il «Principe Di Napoli», con Laura La China, il «Bartolo» di Pachino, con Giovanni Bianco. Hanno ricevuto i finanziamenti dei fondi «Pon Fesr» del ministero dell'istruzione il «Carnilivari» di Noto, il «Gorgia» di Lentini, il «Fermi» di Siracusa, lo «Juvara» di Siracusa, il «Platone» di Palazzolo.

Queste scuole riceveranno un totale di circa 3 milioni e 750 mila euro di finanziamenti. I fondi del ministero dell'ambiente andranno all'«Ipsia Calapso» di Siracusa, risorse pari a oltre un milione e 900 mila euro. Il progetto relativo a questa scuola è stato già inviato all'«Urega», per espletare le procedure della gara d'appalto, relativa ai lavori.

«Ancora una volta la Provincia è stata fra gli enti locali siciliani più attivi nell'intercettare i fondi europei- ha detto Bono - . Dodici milioni e 386 mila euro andranno ai quattordici istituti scolastici che sono interessati al programma di intervento per l'efficientamento energetico e la sicurezza. Grazie al lavoro dei nostri tecnici siamo riusciti a superare pure le difficoltà temporali, visto che la comunicazione della Regione di ammissione al finanziamento è di metà ottobre, mentre gli accordi con i singoli istituti dovevano essere firmati, a pena di decadenza, entro la fine del mese». I piani di intervento su queste scuole riguarderanno la riqualificazione degli edifici scolastici, con la messa a norma degli impianti, l'abbattimento delle barriere architettoniche, la dotazione di impianti sportivi e il miglioramento dell'attrattività degli spazi scolastici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X