Accordo tra provincia e università di Catania sul piano di rientro dei debiti

La nuova transazione, sottoscritta dal rettore Antonino Recca e dal presidente Nicola Bono, 'spalmà in dieci anni i crediti dell'ateneo, 9 milioni di euro, in considerazione delle difficoltà economiche

SIRACUSA. Università di Catania e Provincia  di Siracusa hanno rimodulato l'accordo sottoscritto nel giugno  2010, che riguardava il piano di rientro del debito relativo a  tutti i corsi di laurea tenuti presso la sede di Siracusa sino  all'anno accademico 2008-2009, nonchè l'attivazione e gestione  del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Architettura.     La nuova transazione, sottoscritta  dal rettore Antonino  Recca e dal presidente Nicola Bono, 'spalmà in dieci anni i  crediti dell'ateneo, 9 milioni di euro, in considerazione delle  difficoltà economiche della Provincia.     «L'accordo - ha commentato il rettore Recca - rende  finalmente concreto il progetto di 'università a retè del  quale si era parlato nei mesi scorsi, grazie ad un lavoro  oculato sui bilanci dell'Ateneo per i prossimi 6-7 anni».     Per il presidente Bono il risultato è «di grande rilevanza  perchè »affranca l'Ente dall'onere diretto dei costi di  gestione della Scuola speciale di Architettura, e di potere  finalmente investire più concretamente in attività rivolte a  garantire il diritto allo studio«. »L'accordo - ha  sottolineato Bono - prevede un patto di ferro tra la Provincia  di Siracusa e l'Università di Catania, che vincolerà in via  esclusiva le parti per il prossimo decennio, garantendo così la  continuità nello sviluppo culturale e professionale dei giovani  di questa provincia« 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X