Riparte la mensa: da lunedì distribuiti 1700 pasti

Dopo quasi un mese e mezzo dalla ripresa delle attività didattiche il Comune è riuscito a reperire i fondi per riattivare il servizio. L’esenzione prevista solo per le famiglie con reddito "Isee" di duemila euro

SIRACUSA. Prenderà il via da lunedì prossimo il servizio di refezione scolastica in città. Dopo quasi un mese e mezzo dalla ripresa delle attività didattiche il Comune è riuscito a reperire i fondi per riattivare il servizio per 30 giorni in attesa che venga approvato il nuovo bilancio. Ad usufruire del servizio sono soprattutto i bambini della scuola materna tra i 3 e i 6 anni. Ogni giorno saranno somministrati quasi 1.700 pasti.
«Nonostante le tante difficoltà e ristrettezze economiche - ha detto il sindaco Roberto Visentin - avvieremo anche per quest’anno scolastico la refezione scolastica. Un servizio indispensabile sia per i bambini che per le famiglie». Il servizio prevede la compartecipazione delle famiglie che sono dunque tenute a versare una somma sulla base Isee. L’esenzione totale è prevista solo per un reddito Isee fino a 2 mila euro. Dieci le fasce di reddito previste. La più alta, per un reddito Isee superiore ai 25 mila e un euro prevede una quota di 100 euro per un blocchetto di 25 buoni pasto (4 euro a pasto).
Un servizio nell'edizione di Siracusa del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Siracusa: i più cliccati