Autorizzazione del ministro Balduzzi per il nuovo ospedale cittadino

Per realizzare l'opera serviranno 140 milioni. Nel piano degli interventi per l'edilizia sanitaria presentati dalla Regione dovrebbero rientrare anche le somme per la provincia: dieci milioni per il Muscatello di Augusta e cinque per i Pta di Pachino, Noto, Palazzolo e Lentini
Siracusa, Cronaca

SIRACUSA. Arriva l'autorizzazione ufficiale da parte del ministero della Salute, guidato da Renato Balduzzi, del documento di programmazione degli investimenti sanitari per l'edilizia sanitaria della Sicilia, di cui uno degli interventi più importanti riguarda le somme che saranno destinate alla costruzione del nuovo ospedale cittadino.


A darne notizia è l'assessorato regionale che lunedì presenterà a Palermo il piano di interventi. Adesso il passo successivo sarà l'ulteriore autorizzazione da parte del ministero dell'Economia, che dovrà dare il via libera alle risorse e quindi consentire alle regioni di attivare i progetti per realizzare i nuovi immobili. «È sicuramente una bella notizia - afferma il commissario straordinario dell'Asp, Mario Zappia - perché la città è il punto in cui siamo più deboli. Adesso ci attiveremo affinché in tempi rapidi si possa procedere alle altre tappe, per azzerare al minino i tempi della burocrazia». Quando arriverà la certezza delle somme le «Asp» interessate dagli interventi dovranno avviare tutte le procedure, dagli espropri alle gare.


Il nuovo ospedale cittadino dovrebbe essere costruito alla Pizzuta. Per realizzare questa grande opera serviranno 140 milioni di euro. Nel piano degli interventi per l'edilizia sanitaria presentati dalla Regione dovrebbero rientrare anche le somme per la provincia: dieci milioni di euro per il «Muscatello» di Augusta e cinque per i «Pta» di Pachino, Noto, Palazzolo e Lentini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X