Avola, 307 mila euro per il lungomare Tremoli

Assegnato l’appalto per la realizzazione di marciapiedi e spartitraffico, la gara vinta dall’impresa «Re Costruzioni» di Agrigento

AVOLA. A stagione balneare praticamente finita, il lungomare "Tremoli" di prepara ai lavori di riqualificazione. Annunciato da tempo e mai realizzato dagli assessori della precedente amministrazione Barbagallo, c'è adesso la certezza che il progetto dei lavori "per il miglioramento della fruizione turistica ed archeologica e ambientale del lungomare Tremoli" di via Pertini verrà finalmente portato avanti. È stata, infatti, conclusa lo scorso 18 settembre dall'Ufficio comunale Appalti e Contratti, presieduta dal segretario generale del Comune Andrea Battaglia, la procedura della gara di appalto a pubblico incanto per l'affidamento dei lavori del lungomare Tremoli, il cui importo a base d'asta era fissato in circa 377 mila euro. Hanno partecipato con la presentazione delle proprie offerte ben 216 ditte di cui dieci poi escluse per vari motivi. I termini di presentazione delle offerte erano stati fissati con scadenza al 28 agosto scorso, mentre la procedura di gara per l'assegnazione provvisoria all'impresa aggiudicataria si è conclusa il 7 settembre scorso e il 18 settembre scorso per la determinazione in graduatoria della ditta seconda classificata tra le due arrivate alla pari nel punteggio, stabilita poi per sorteggio la ditta «Cemea» di Catania. Ad aggiudicarsi invece l'appalto dei lavori di riqualificazione del lungomare Tremoli, con l'offerta al ribasso sul prezzo a base d'asta del 26,90838 per cento, è stata l'impresa «Re Costruzioni srl» con sede ad Agrigento, per l'importo complessivo netto di 307.978,92 euro compresi gli oneri per la sicurezza. Per contratto la ditta ha tempo dodici mesi dalla consegna dei lavori per completare le opere viarie inserite nel progetto redatto dall'ufficio tecnico comunale. Tra gli interventi previsti sul lungomare Tremoli, la realizzazione in ambo i lati e in maniera alternativa di marciapiedi in diversi tratti della strada a partire dall'incrocio con la Strada statale 115 per Siracusa. Nel tratto dello svincolo della Statale è previsto anche un marciapiede "spartitraffico". Il tratto della carreggiata interessato alla riqualificazione è comunque esteso fino e in prossimità di piazza Esedra. Le opere previste sono realizzate in gran parte con i fondi della devoluzione di mutui concessi dalla Cassa depositi e prestiti e per il 10 per cento con fondi della cassa comunale. Con l'intervento di riqualificazione, tuttavia, la zona balneare tra le più frequentate della città potrà avere il suo nuovo "look" entro la prossima stagione estiva. Ma soprattutto l'intera carreggiata potrà diventare più sicura rispetto ad oggi sul piano della viabilità sia per i residenti che i bagnanti. L'amministrazione Cannata ha deciso di fare realizzare il progetto da tempo sospeso e che va in direzione dell'annunciato e prefissato obiettivo del rilancio turistico della città ed occasione per rilanciare la zona balneare anche nei termini della fruizione della spiaggia e dei siti archeologici che si trovano ai lati del lungomare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X